Giorno della Memoria – I 10 film più belli sulla Shoah

Giorno della Memoria – I 10 film più belli sulla Shoah

Schlindler's List - Film sulla Shoah

Una pagina di storia intrisa di sangue, senza respiro né giustificazione viene ricordata oggi in occasione del “Giorno della memoria” per i morti della Shoah nello sterminio sistematico di circa 5 dei 7,5 milioni di ebrei che vivevano in Europa prima della seconda guerra mondiale insieme ai civili Slavi, prigionieri di guerra, dissidenti politici, Rom e Sinti, portatori di handicap, omosessuali e Testimoni di Geova, tutti annientati dal Nazismo poiché ritenuti “indesiderabili” dal regime. Il cinema in questo ha, nel corso del tempo, voluto dedicare la sua visione a 360 gradi al problema, realizzando film di ampio respiro che attraverso la ricostruzione della testimonianza storica e non solo, ha creato autentici capolavori.

E proprio nel giorno della memoria in cui si ricorda la liberazione del campo di sterminio nazista di Auschwitz avvenuta ad opera delle avanguardie della Prima Armata dell’ Armata Rossa il 27 gennaio 1945, Vivacinema dedica una retrospettiva ai 10 film sulla Shoah e sull’Olocausto ritenuti più belli e significativi.
Ed ecco per voi la nostra classifica:

- Schindler’s List (1993) Regia: Steven Spielberg - Interpreti: Liam Neeson, Ben Kingsley, Ralph Fiennes, Caroline Goodall, Jonathan Sagalle vincitore di 7 premi Oscar per “miglior film”, “miglior regia”, “miglior fotografia”, “miglior montaggio”, “miglior sceneggiatura non originale”, “migliori scenografie”, “miglior colonna sonora originale” e proprio del film vi proponiamo la scena più suggestiva, quella della bambina col cappotto rosso:

- Il diario di Anna Frank (1959) Regia: George Stevens – Interpreti: Millie Perkins, Joseph Schildkraut, Shelley Winters, Richard Beymer, Lou Jacobi, Diane Baker vincitore di 3 Oscar alla migliore attrice non protagonista,
alla migliore fotografia (bianco e nero) e alla migliore scenografia (bianco e nero)

- Train de vie (1998) Regia: Radu Mihaileanu – Interpreti: Lionel Abelanski, Rufus, Clément Harari, Marie-José Nat, Agathe De la Fontaine, Bruno Abraham-Kremer di cui vi proponiamo l’emblematico monologo del “pazzo”:

- La vita è bella (1997) Regia: Roberto Benigni – Interpreti: Roberto Benigni, Nicoletta Braschi, Giorgio Cantarini, Giustino Durani, Sergio Bini Bustric vincitore di 3 Oscar: “miglior attore protagonista” (Roberto Benigni), “miglior film straniero”, “miglior colonna sonora” di cui vi proponiamo l’esilarante sequenza delle regole del campo nazista:

- Amen (2002) Regia: Costa Gavras – Interpreti: Ulrich Tukur, Mathieu Kassovitz

- La tregua (1996) Regia: Francesco Rosi - Interpreti: John Turturro, Stefano Dionisi, Rade Serbedzija, Massimo Ghini, Claudio Bisio, Roberto Citran, Andy Luotto

- Il giardino dei Finzi Contini (1970) Regia: Vittorio De Sica – Interpreti: Dominique Sanda, Lino Capolicchio, Helmut Berger, Romolo Valli, Fabio Testi, Raffaele Curi

- Il pianista (2002) Regia: Roman Polanski – Interpreti: Adrien Brody (Wladyslaw Szpilman), Thomas Kretschmann (ufficiale tedesco), Frank Finlay (il padre), Emilia Fox (Dorota), Maureen Lipman, Ed Stoppard, Julia Rayner, Jessica Kate Meyer vincitore di 3 premi Oscar: miglior regia, migliore attore protagonista (Adrien Brody) e miglior sceneggiatura non originale, di cui vi proponiamo due scene drammatiche:

- Arrivederci ragazzi (1987) Regia: Louis Malle – Interpreti: Gaspard Manesse, Raphael Fejto, Francine Racette, Philippe Morier-Genoud, François Berléand.

646

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Dom 27/01/2008 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Fabrizio 28 gennaio 2008 05:08

Io avrei messo anche La Zona Grigia…

Rispondi Segnala abuso
26 gennaio 2009 14:26

mi appassionano i film che hanno un significato

Segnala abuso
Silvia 27 gennaio 2010 17:15

Per me uno dei migliori è “Il bambino con il pigiama a righe”

Rispondi Segnala abuso
Anonimo 27 gennaio 2011 14:35

ANK SECONDO ME…

Segnala abuso
31 gennaio 2010 12:01

jona che visse nella balena!!
la zona grigia!!
Questi due sono dei capolavori che ti spezzano il cuore e che non possono manxcare tra i primi 10
vincetheboss

Rispondi Segnala abuso
16 settembre 2011 12:24

shoah del 1985 di Claude L. ti fa veramente aprire gli occhi.

Rispondi Segnala abuso
Claudio 28 gennaio 2014 11:29

Peccato non vedo “Il bambino con il pigiama a righe” ….bellissimo

Rispondi Segnala abuso