I migliori film comici di sempre

I migliori film comici di sempre
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

cover miglior film comici

I film comici ci fanno ridere, ci fanno a volte riflettere e spesso ci accompagnano in una serata spensierata. Il genere comprende sicuramente titoli molto diversi tra loro: dalle pellicole che puntano su volgarità e doppi sensi, a quelle che invece facendoci sorridere ci raccontano il senso amaro di certi avvenimenti della vita… Oppure ci sono quelle che hanno consacrato alla storia del cinema personaggi mitici come Fantozzi o Mr Bean. E che dire di quelli di Woody Allen o Carlo Verdone? Eccovi allora una rassegna dei migliori film comici di sempre.

Sotto dunque potete trovare i film più divertente, quelli rimasti nell’immaginario collettivo. Insomma quelli che ci hanno strappato qualche risata:

Totò, Peppino e la malafemmina.

toto peppino e la malafemmina

Siamo alla storia della commedia italiana: Totò, Peppino e la malafemmina è un film del 1956 diretto da Camillo Mastrocinque che vede insieme la coppia cult Antonio De Curtis - Peppino De Filippo. Pensate che la pellicola è stata campione d’incassi ai botteghini dell’epoca, raccogliendo oltre un miliardo e mezzo di lire, ossia circa 40 milioni di euro di oggi. Tra i titoli italiani solo i cinepanettoni nei nostri giorni si avvicinano a una cifra del genere

Fantozzi.

fantozzi migliori film comici di sempre

Come non citare uno dei classici della commedia italiana, Fantozzi. Le vicende dell’impiegato, simbolo dell’italiano medio interpretato da Paolo Villaggio, sono state raccontate in un franchise cominciato nel 1975 con il film diretto da Luciano Salce. Del resto scene come quelle di Fantozzi al casinò (aveva bevuto un po’ troppa acqua gasata) o di Fantozzi alle prese con il suo lavoro sono entrate nella storia del nostro cinema. E ci hanno fatto ridere tantissimo!

Manhattan

manhattan woody

Eccoci a un maestro della risata, Woody Allen. Il film Manhattan risale al 1979 ed è sicuramente uno dei suoi capolavori. Protagonista (come sempre è un uomo alle prese con isterie d’amore) è Isaac Davis, un autore televisivo che ha appena divorziato dalla sua seconda moglie, Jill, e sta scrivendo un libro su quel matrimonio fallimentare. ….ma ben presto incontra un’altra donna..

Il senso della vita

il senso della vita

The Meaning of Life è un film del gruppo dei Monty Python costituito da Graham Chapman, John Cleese, Eric Idle, Terry Jones e Michael Palin. La pellicola ha vinto il Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes nel 1983 e consiste di una serie di sketch comici sui vari episodi della vita, sulla falsa riga della serie tv Monty Python’s Flying Circus. Del gruppo faceva parte anche il celebre regista Terry Gilliam

Johnny Stecchino

johnny stecchino

Con questo titolo omaggiamo sicuramente uno dei geni italiani, Roberto Benigni, vincitore dell’Oscar con La vita è bella. Diretto e interpretato da lui nel 1991 Johnny Stecchino a sua volta rende omaggio a dei grandi del genere come Totò e i Fratelli Marx. Una delle scene più famose del film che vede “sdoppiarsi” Benigni è quella del “non mi somiglia per niente!”. Memorabile!

Big Lebowski

big lebowski

Indimenticabile anche Big Lebowski, pellicola del 1998 diretta dai Fratelli Coen, con Jeff Bridges, John Goodman e Julianne Moore. Ha come protagonista un personaggio diventato un simbolo: è un hippie ma vive in un’era in cui i figli dei fiori non ci sono più. Assolutamente pigro (per non dire altro..), vive tra alcool, marijuana e le partite di bowling con gli amici.

Non ci resta che piangere

non ci resta che piangere

Scritto, diretto e interpretato dalla coppia Roberto Benigni e Massimo Troisi il film ebbe nel 1984 un successo straordinario, soprattutto al box office. I due amici che si perdono nel tempo sono davvero uno spasso. Tra le scene più famose c’è quella della lettera a Savonarola che probabilmente è un omaggio alla lettera dettata da Totò nel film Totò, Peppino e… la malafemmina.Senza ombra di dubbio Non ci resta che piangere è una delle commedie più belle di ogni tempo.

Un Sacco Bello

un sacco bello

Un sacco bello è il film del 1980 che rappresenta l’esordio alla regia di Carlo Verdone. Nella pellicola sono diventati celebri i tre personaggi diversi da lui interpretati: Enzo, un ragazzo un po’ “sfigato” che dopo essersi procurato un amico va per un “tour del sesso” a Cracovia, Leo, un imbranato che incontra una ragazza spagnola e se ne innamora e Ruggero, il figlio dei fiori..

1135

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 08/11/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici