Un boss in salotto, trailer del nuovo film di Luca Miniero sullo scontro Nord-Sud [VIDEO]

Un boss in salotto, trailer del nuovo film di Luca Miniero sullo scontro Nord-Sud [VIDEO]
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Un boss in salotto, scene del film

Per iniziare il nuovo anno all’insegna del buon umore il nostro consiglio è di andare al cinema e godersi Un boss in salotto, il nuovo film di Luca Miniero, di cui presentiamo trailer e clip video, in uscita in tutte le sale l’1 gennaio 2014. Con la nuova divertente commedia del regista di Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord, interpretata da Paola Cortellesi, Rocco Papaleo e Luca Argentero, le risate sono assicurate e si sa, chi ride a Capodanno ride tutto l’anno…

  • Un boss in salotto
  • Paola Cortellesi, Luca Argentero, Rocco Papaleo e i bambini protagonisti
  • Paola Cortellesi e Rocco Papaleo
  • Paola Cortellesi e Luca Argentero

Un boss in salotto batte i film americani

La commedia italiana batte il cinema americano: il film di e con Rocco Papaleo 'Un boss in salotto' schizza in vetta al box office e registra al suo esordio 1,5 milioni di euro, battendo i film d'oltreoceano. Nel cast anche Paola Cortellesi e Luca Argentero.

FacebookTwitter

Dopo lo straordinario successo di pubblico di Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord, con cui ha sbancato i botteghini raccontando ironicamente i più classici luoghi comuni italiani, Luca Miniero torna al cinema dall’1 gennaio 2014 con Un boss in salotto, una nuova esilarante pellicola cui fa da sfondo l’eterno conflitto campanilistico Nord-Sud. Il film, infatti, è ‘una commedia familiare moderna che fa ridere e al contempo riflettere sulla camorra, sulla vita e su tutte le famiglie imperfette che, spesso però, si rivelano il posto più caldo dove stare’.

Immaginate solo per un istante cosa può accadere in una tranquilla e perfetta famiglia settentrionale con l’inaspettato arrivo di un parente meridionale, che per giunta non si vede da tantissimo tempo. Aggiungete poi che questo parente è un camorrista sui generis interpretato da Rocco Papaleo ed ecco che il disastro (ma soprattutto il divertimento) è completo e assicurato.

Ruoli e interpreti
Il boss in salotto cui fa riferimento il titolo del nuovo film scritto e diretto dal regista napoletano, infatti, è proprio lo Zio Ciro Cimmaruta, un camorrista condannato ai domiciliari dai modi eccentrici e poco incline alle buone maniere, interpretato dal brillante attore lucano. Dopo Nessuno mi può giudicare, Papaleo torna a lavorare con la vulcanica Paola Cortellesi, qui nel ruolo di Carmela, una ragazza meridionale super agguerrita, sorella del presunto camorrista, trapiantata da anni al Nord, dove ora si fa chiamare Cristina D’Avola e ha costruito la sua famiglia con Michele Coso, cui presta il volto l’affascinante Luca Argentero. Nel cast ci sono anche Angela Finocchiaro, nei panni di Doriana Manetti, colei che ha introdotto Cristina nel mondo bene dei salotti, Alessandro ‘Ale’ Besentini, nel ruolo del marito mantenuto Carlo Manetti, mentre Franz è il bidello, Giselda Volodi la vicina di casa, Marco Marzocca un poliziotto, Massimo De Lorenzo è l’ispettore e Salvatore Misticone un professore d’inglese.

Trama
Girato in 8 settimane tra Bolzano, Merano, San Candido e Roma, Un boss in salotto ruota intorno alle vicissitudini di Cristina, un’energica meridionale di umili origini trapiantata da anni in un piccolo centro del Nord Italia dove è riuscita a costruirsi una vita e una famiglia apparentemente perfette insieme al marito, Michele Coso, da cui ha avuto due splendidi figli. La tranquillità, la stabilità e l’equilibrio ‘nordico’ della famiglia Coso, però, sarà turbata e stravolta da un’inaspettata notizia: Cristina apprenderà in Questura che suo fratello Ciro, un tipo tutto tatuaggi e catene d’oro che non vede da quindici anni, non solo è imputato in un processo di camorra con l’accusa di riciclaggio di denaro ma ha chiesto e ottenuto di poter scontare gli arresti domiciliari a casa sua! Suo malgrado, la donna, che sogna da sempre di salire di rango, dovrà accettare questa condizione e le conseguenze per l’ordinatissima routine dei Coso saranno a dir poco esilaranti…

689

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 27/12/2013 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici